Archivio della Categoria 'Parchi di settimo'

La mattanza

venerdì 15 luglio 2016

La mattanza
La Primavera di quest’anno sarà ricordata per la battaglia contro il verde.
All’ingresso/uscita della Tangenziale (SR 11) di Settimo è stata fatta pulizia degli arbusti cresciuti spontaneamente, giusto, però insieme agli arbusti sono stati tagliati alberi di grosso fusto che nel punto dove erano non davano fastidio a nessuno, anzi contribuivano a ossigenare l’ambiente. Altri misfatti sono stati perpetrati sulla strada che dalla Cascina Isola porta ai Mezzi Po. Appena dopo il ponte della tangenziale vi erano due querce secolari sul ciglio della strada, da un giorno all’altro sono scomparse senza spiegazioni, e per coprire il malfatto, il ceppo è stato coperto con dei vecchi materassi. Io non so il motivo perché siano state tagliate, qualcuno dirà che erano ammalate come si era detto quando, anni fa, volevano tagliare gli alberi di piazza della Libertà che per fortuna la popolazione è intervenuta in tempo e ha salvato alcuni alberi che a distanza di una ventina di anni sono ancora più vivi e vegeti che mai.
Altra quercia secolare scomparsa quella posta al centro della rotonda che sulla strada di San Mauro porta al Parco della Mezzaluna, una quercia che alla base misurava all’incirca un metro di diametro.
Chissà se qualcuno avrà una spiegazione plausibile a questo scempio, nel frattempo speriamo che l’accetta e la sega del boia siano fermate.

La mutilazione del pino

lunedì 6 agosto 2012

 

 

Quanto succede al parco Pertini, un pino di dimenzione normale viene mutilato per il semplice motivo della visuale di un orticello dentro lo stesso parco .Io da uomo anziano penso che questo scempio non è ammesso solo per poter guardare l’orto, pur sapendo che il parco e di proprietà della comunità, qualcuno ne fa le veci di proprietario. Tutto questo non è ammissibile, con la speranza che la giunta comunale prenda dei provvedimenti in merito al parco .

Parchi settimesi

domenica 10 giugno 2012

Finalmente una buona notizia. Nell’ultimo incontro  all’UNITRE  il Sindaco ha comunicato che quest’anno finalmente saranno collegate tutte le piste ciclabili di Settimo. Saranno costruiti tre ponti. Uno per superare la ferrovia onde poter collegare le piste ciclabili che provengono dal Parco della Mezzaluna con il Parco del Castelverde dove esiste una pista ciclabile che porta oltre la Strada Cebrosa e muore poco prima della cascina Ferraris. In questa zona si dovranno costruire altri due ponti per superare le autostrade Torino-Milano e Torino-Aosta e attraversando il grande Parco giungere, senza uscire mai dalla pista ciclabile,  fino a Borgaro. Speriamo, perchè è un vero peccato aver costruito un grande parco e vedere che non viene usato dalla popolazione. Motivo: la stragrande maggioranza o non ne conosce l’esistenza o non conosce la strada per accedervi.

Nando

6a biciclettata

sabato 12 giugno 2010

Domenica 6 giugno si è svolto il 6° giro ciclistico dei parchi di Settimo, come nelle precedenti edizioni moltissimi settimesi hanno partecipato con ogni tipo di bicicletta. Guidati ed assistiti dai volontari dei parchi si è fatta visita a diverse oasi verdi dove ad accogliere i ciclisti vi erano le volontarie dei parchi con bibite, pizze, torte e dolciumi vari confezionate da loro stesse. All’ultima tappa, oltre alle varie leccornie, c’è stata anche la sorpresa di trovare musica e balli.
Per molti partecipanti è stata una novità vedere tanto verde nella nostra città, parchi che parecchia gente non ne sospettava l’esistenza, e dire che se ne sono visitati solo una parte, dei due maggiori uno si è appena sfiorato mentre quello di Castel Verde è stato ignorato.
Peccato che gran parte di settimesi non siano a conoscenza di queste aree verdi.

Nando

Ciclabili introvabili

venerdì 4 settembre 2009

cicl.jpg

dscn5621.jpg
Cascina Borniola dove inizia la pista ciclabile

pista-bici.jpg

Giorni fa un amico mi chiese l’indicazione per andare a Borgaro con la pista ciclabile della “Tangenziale verde”, io naturalmente fui ben lieto di descrivergli l’itinerario per raggiungere l’inizio della pista, purtroppo però il mio amico non è stato in grado di trovare la pista ciclabile allora questa mattina l’ho accompagnato io e mi sono reso conto che il riferimento “cascina Borniola” può dire qualcosa solo a qualche vecchio settimese che come me andava a spigolare il grano in tempo di guerra ma ai giovani e ai nuovi settimesi diventa difficilissimo trovarla essendo completamente priva di segnalazioni per raggiungerla. La ciclabile fino all’anno scorso era in ottimo stato forse perchè costruita di recente, oggi invece le erbe stanno avendo il sopravvento sulle piste, sicuramente perchè poco frequentate non essendo conosciute se non da pochi, la causa è innanzi tutto la mancanza del collegamento con le piste cittadine ma anche la mancanza di una segnaletica che ti accompagni dalla città all’imbocco della pista, poi un po’ di pubblicità non fa male perchè sicuramente gli amanti della bici sarebbero lieti di ampliare i loro itinerari ciclistici attualmente rivolti solo verso San Mauro. Anche la pista che dalla Cebrosa va a morire alla cascina Ferraris soffre dello stesso problema. Forse sono finiti i soldi per proseguire la costruzione e oltrepassare le autostrade e raggiungere la pista di Mappano? Sarebbe un vero peccato perchè manca solo veramente poco esistendo già un ponte su una autostrada attualmente usato solo dai contadini.

Nando

Unitre in bici

lunedì 18 maggio 2009

bici31.jpg

bici1.jpg

Gita in bici lungo il Parco Fluviale del Po fino a Brandizzo

Vuoi mettere, una bella gita in bicicletta in mezzo al verde!
Certo sarebbe bello; ma dove la trovi qui un’area verde tranquilla fuori dal traffico?
Bene: questo desiderio di verde e di tranquillità, senza dover ricorrere all’utilizzo della macchina per gli spostamenti necessari a raggiungere i parchi dotati di piste ciclabili, si può esaudire benissimo, partendo praticamente da casa nostra.
Con l’entusiasmo proprio che contraddistingue gli allievi dell’Unitre di Settimo, abbiamo deciso di proporre la gita, indicando quale itinerario di massima, il Parco fluviale del Po, da Settimo Torinese fino a Brandizzo.
La proposta è stata subito accolta con entusiasmo da un nutrito gruppo d’allievi.
Detto, fatto: lo scorso 17 aprile, i partecipanti si sono ritrovati, puntuali e ben equipaggiati, presso la sede Unitre di Via Buonarroti, tutti muniti di bicicletta e di tanta voglia di stare in compagnia.
Così, alle 14, il gruppo compatto è partito con spirito d’avventura.
Inizialmente vengono percorsi alcuni tratti asfaltati, transitando da Via Primo Levi; si lascia poi l’asfalto, per la successiva Via rio San Gallo e si procede spediti fino al mulino dell’Isola, giungendo così a Mezzi Po, a fianco del Santuario della Madre della Divina Provvidenza.
La stradina ora diventa totalmente sterrata e per alcuni tratti un po’ sconnessa, a causa delle tante buche piene di fango e d’acqua, per le recenti abbondanti piogge; il che però non ha intimorito gli impavidi ciclisti, che hanno proceduto, in fila indiana, senza particolari intoppi.
Passiamo a fianco dei bei laghetti di Mezzi Po, fra alberi verdeggianti e campi arati di recente.
Giungiamo così all’altezza del costruendo nuovo ponte sul Po, i cui lavori sono molto avanzati. L’opera appare imponente, specie per la lunghezza delle arcate.
Procediamo ancora in gruppo sgranato e, dopo aver superato un ostacolo costituito da un tronco d’albero caduto in mezzo alla strada, giungiamo al ponte del Rio Bendola che attraversiamo entrando così nel Parco fluviale del Po di Brandizzo.
Durante la breve sosta, si fanno diverse fotografie, (che peraltro si sono scattate lungo tutto il percorso) e c’è anche chi n’approfitta per raccogliere erbe selvatiche commestibili.
Proseguiamo ancora lungo l’argine del Po, percorrendo un bellissimo viale alberato di pioppi, dove il verde del fogliame e dell’erba ed il giallo dei fiori la fanno da padroni.
Questo tratto costituisce anche il percorso ginnico ed è ripartito in diverse stazioni attrezzate per gli esercizi atti a mantenersi in forma.
Preoccupa il fatto che, il percorso stesso possa lentamente cedere, a causa della progressiva erosione causata dall’acqua del fiume che scorre particolarmente veloce lungo questo tratto di sponda.
Alla fine del viale alberato, posiamo le biciclette per percorrere un breve tratto a piedi, fin dove il torrente Bendola confluisce nel fiume Po.
Il ritorno si svolge tranquillo, con piccole variazioni di percorso ed arriviamo a Settimo Torinese, felici di aver trascorso alcune ore in allegria.
Gianantonio
bici2.jpg

Sci di fondo nei parchi

martedì 13 gennaio 2009

mezza-luna1.jpg

Quest’anno finalmente i settimesi hanno potuto fare la “Settimana bianca” senza muoversi da Settimo, il 50° anniversario dell’elevamento a “Città” non poteva chiudersi in modo migliore, la grande quantità di neve caduta ha innevato i parchi cittadini permettendo così agli amanti dello sci di fondo di godere i parchi sotto un altro aspetto. Da anni era nella mente degli appassionati sfruttare i terreni dei parchi come piste da sci ma mancava sempre la materia prima:la neve; vista l’abbondanza di quest’anno è bastato che qualcuno battesse la pista con gli sci per aprire un anello al Mezzaluna che oltre a girare attorno al laghetto e attorno al parco, scendere nella valletta, si spinge sino al ponte di San Mauro. Stessa cosa al Parco Castelverde dove i viali sono stati battuti da una motoslitta di una larghezza di 70 / 80 cm. Se eventualmente il possessore di tale mezzo ci leggesse chiederemmo se possibile battere una seconda pista affiancata alla prima così da creare una pista adatta allo sci pattinato, sarebbe una meraviglia.

laghetto.jpg

binari.jpg

Collegamento parco (Pertini-DE Gasperi)

lunedì 22 ottobre 2007

Chiusura di via San Mauro

ridimensione-foto.jpg

Previsione di chiusura al traffico, da via Raffaello Sanzio a corso Agnelli, per creare un’isola pedonale tra i due parchi: Pertini e De Gasperi. Tutto questo dovrebbe realizzarsi, in previsione dello spostamento della pista di pattinaggio sul ghiaccio da piazza municipio, verso i due parchi, visto che con il bel tempo è frequentato da tanta gente. Sempre tenendo conto dei servizi igienici, che le persone potrebbero usufruire….. in caso di bisogno, perchè non basta solo rasare l’erba, ma dare anche un po’ di decoro a quelle tre vasche male andate: vedi foto in che stato sono ridotte.

1° vasca

ridimensiona-2.JPG

3°vasca

dscf0739.JPG

Con la chiusura da via Sanzio, il traffico viene deviato per via Fosse Ardeatine, in modo di creare un anello attorno i due parchi. Il tratto in questione diventerà isola pedonale. La pista di ghiaccio si smonterà finita la stagione.

Verso corso Agnelli verrà chiusa .

A ruota libera, pedalata alla scoperta dei Parchi Settimesi

martedì 5 giugno 2007

Da un volantino che si può trovare nelle associazioni, a Settimoinforma, nei negozi, si legge che sabato 9 e domenica 10 giugno, il Comune di Settimo Torinese ha organizzato due giornate nei parchi settimesi.
Per chi non avesse il volantino e legge questo post, il programma è il seguente:

Sabato 9 giugno – i parchi ai bambini
ore 11:00
– Inaugurazione parco in via Frassati
ore 16:00
– via San Martino – Torneo di basket
– Parco Tinivella – Giochi gonfiabili per bambini
– Parco Oasi della speranza – Spettacolo “Favole di Animali”
– Parco Pertini – Spettacolo “Una Magia tira l’altra”
– Parco via Einaudi – Gara auto radiocomandate
– Parco via Di Vittorio – “Le penne dell’Orco” Teatro dei burattini
– Parco De Gasperi – “Palla al Volo”
A tutti i partecipanti un simpatico omaggio (fino ad esaurimento scorte)

Domenica 10 giugno – un parco per tutti
ore 14:30– ritrovo in Piazza della Libertà per l’inaugurazione del servizio Bici in Città “A Ruota Libera” e partenza in bicicletta per il giro dei parchi con arrivo al Parco Fluviale del Po in Borgata Paradiso.
ore 16:00
– via San Martino – Finali Torneo di Basket
ore 17:30
– Parco Fluviale del Po in Borgata Paradiso
– Animazione varia e costruzione di aquiloni
– Spettacolo finale con sbandieratori e musica

Gianky

Parco fluviale

giovedì 3 maggio 2007

   p4250094.JPG       p4250095.JPG  

  p4270096.JPG      p4270097.JPG

   
Al parco fluviale è quasi ultimato il collegamento con la pista ciclabile che porta a San Mauro lungo la sponda del Po. E’ un bellissimo percorso e al mattino è possibile vedere dei piccoli leprotti che corrono lungo la strada.
Purtroppo mentre si completano questi lavori, altri sono sempre in corso; si tratta della distruzione da parte di vandali e di incivili dei barbecue e della rottura dei rami di alcuni alberi.